TERAPIE ALTERNATIVE

LA FORMULA DI RENE CAISSE

ReneCaisse1938A 001

Rene Caisse, nel 1922 era capo infermiera al Sister Providence Hospital Haileybury e viene a conoscenza da una sua paziente della formula di una tisana indiana che vent’anni prima l’aveva guarita da un tumore al seno.Dopo averla sperimentata favorevolmente su una zia, malata terminale, Caisse cominciò a produrre e a distribuire gratuitamente il prodotto. Visti i risultati nove tra i più illustri medici di Toronto, accettano di collaborare alla terapia. Ben presto i giornali cominciano a occuparsi della vicenda e contemporaneamente giungono i primi attacchi, tentando più volte di arrestarla con l’accusa di esercizio abusivo della professione medica.Dopo varie vicissitudini nel 1959 Caisse ottiene la collaborazione di uno dei più prestigiosi clinici degli stati Uniti: Charles A. Brush (è stato medico personale del presidente J.F.Kennedy e suo amico fidato) grazie alla quale vengono eseguite le più complete sperimentazioni cliniche e di laboratorio e che portano ad un perfezionamento della formula . Nel 1984 il dr. Brush volle dar fiducia al decotto d’erbe curando il proprio cancro esclusivamente con tale rimedio.In pratica si tratta di un decotto che ha una azione disintossicante che rafforza il sistema immunitario e sembra che esso sia efficace anche contro un gran numero di altre malattie tra le quali: ipoglicemia,sclerosi multipla,morbo di Parkinson,artrite,diabete, morbo di Alzheimer, asma e varie allergie..Inoltre riduce sensibilmente gli effetti collaterali della chemioterapia,radioterapia e chirurgia. Idecotto d’erbe della Caisse è il miglior purificatore del corpo, questa è la sua forza: quindi una volta che si è liberato dalle impurità tossiche che scatenano le malattie, il corpo può guarire se stesso. Queste piante agiscono sul sistema linfatico e su quello sanguigno, ma la formula nel suo insieme va al di là della azione delle singole erbe. La sinergia che l’unire queste erbe scatena ha il potere di ristabilire una armonia perduta nell’organismo.

E’ molto importante che le erbe siano di origine nord americana. Se la ricetta che funziona viene dal Canada, l’effetto di una tisana fatta in altro continente sarà diverso, come diverso il clima e la qualità del terreno. Ecco gli ingredienti:

RADICE DI BARDANA (24 parti), ACETOSA (16 parti),CORTECCIA DI OLMO ROSSO (4 parti), RADICE DI RABARBARO (1 parte). E’ molto difficile reperire l’olmo rosso in quanto cresce solo nel nord America. Si consiglia di usare prodotti già pronti all’uso di origine canadese.

Caisse Formula è un integratore alimentare prodotto da: Herb Works – Guelph Ontario – Canada
Distribuito in Italia da: Holistic Remedies – Via Piave, 99 – 50068 Rufina (Firenze)
Tel.: +39.055. 8395388 – Fax: +39.055.8395989 – Mail: info@caisse.

CARTILAGINE DI SQUALO

La cartilagine di squalo è conosciuta come rimedio contro il cancro da circa 40 anni, quando il Dr. William Lane scrisse il libro intitolato “Sharks don’t get cancer” (“Agli squali non viene il cancro”), che sottolineava le particolari qualità antiangiogeniche della cartilagine di squalo, che sembra “avviluppare” molti tumori in una specie di gelatina impenetrabile, fino a farli soffocare.

Mentre la medicina ufficiale rifiuta di riconoscere le qualità antitumorali della cartilagine, le industrie farmaceutiche fanno a gara, di nascosto, per brevettare un composto chimico basato sullo stesso principio, da rivendere poi a cifre ben diverse da quelle del prodotto naturale.

Cartilagine di squalo: le prove esistono

Lo scippo farmaceutico

Un cane felice, un veterinario confuso

CHI HA IL CANCRO NON PUO’ ASPETTARE

ESTRATTO DI VISCHIO

Iscador è uno dei nomi con cui è commercializzato l’estratto di Vischio, una pianta semiparassita che vive su numerosi alberi tra cui querce,pioppi,abeti,meli., una pianta che si nutre della linfa vitale dell’albero per continuare a crescere, lo stesso comportamento delle cellule cancerogene.

E’ stata studiata clinicamente dal Dott. Ronald Grossarth-Maticek dell’istituto di medicina preventiva di Heidelberg.

Sebbene nei casi di tumore terminale non riesca ad ottenere grandi riduzioni della massa tumorale, argina la virulenza del fenomeno tumorale supportando il sistema immunitario e apportando un notevole benefico effetto sulle sintomatologie. I risultati danno comunque un aumento di sopravvivenza del 40% nei 396 pazienti che hanno fatto uso di Iscador insieme a terapie convenzionali, rispetto ai 396 pazienti che hanno seguito solo delle terapie convenzionali.

Non viene usato per tutti i tipi di cancro ma solo per quello alla mammella, al retto, al colon, allo stomaco e ai polmoni, è infatti sconsigliato per malattie del sangue come linfoma e leucemia. Questa pianta era conosciuta fin dall’antichità e i druidi celti che la consideravano sacra, al usavano come medicinale contro qualsiasi male. Alcuni Naturopati moderni usano questa pianta con successo per curare epilessia,diabete, disturbi isterici, la regolazione della pressione. Fu Rudolf Steiner, fondatore della medicina antroposofica ad indirizzare nel 1916 le proprie ricerche verso un rimedio anticancro a base di vischio. Il sistema immunitario o con le parole del dr. Steiner “le forze superiori dell’organismo” risultano sgretolate nei confronti del cancro, facendo prendere il sopravvento alle”forze inferiori”, o meglio alle forze cellulari, che alterate si riproducono in modo accelerato.Il vischio ha questa caratteristica di “organizzazione superiore” e quindi aiuta il sistema immunitario a ristabilirsi.

Associazione antroposofica Rudolf Steiner, Milano tel 02/6595558

LA NUOVA MEDICINA DI HAMER

Un altro intervento innovativo nella teoria e nella terapia del tumore è quello rappresentato dal dr. Hamer. Egli sostiene che la causa del cancro consisterebbe in un conflitto traumatico e afferma che:

· Ogni tumore è provocato da un conflitto traumatico, acuto e drammatico, vissuto nell’impossibilità o nella non volontà di confidarsi con altre persone, Tale conflitto si verifica contemporaneamente o quasi, su tre livelli.nella psiche,nel cervello ed in un ben preciso organo

· Il modo e l’intensità in cui il paziente vive questo conflitto, determina sia la localizzazione del tumore nell’organo, sia la localizzazione dell’area cerebrale che subisce una rottura di campo (focolaio di Hamer). Ad ogni conflitto corrisponde quindi un determinato tipo di tumore ed un altrettanto preciso focolaio di Hamer.

· Esiste una precisa corrispondenza tra il decorso del conflitto, l’evoluzione del tumore e quella del focolaio di Hamer nel cervello, Il conflitto colpisce quindi in modo quasi sincrono, la psiche, il cervello e l’organo

· Secondo la medicina ufficiale le cellule cancerogene migrano dal cancro primario per via arteriosa o linfatica formando le metastasi (ipotesi mai dimostrata).Per esempio il cancro al seno è una massa mentre il cancro alle ossa è una lisi (buco):queste cellule tumorali devono essere molto intelligenti per modificarsi strada facendo!.Secondo Hamer le metastasi sono nuovi conflitti soprattutto iatrogeni, (dovuti cioè dallo choc di diagnosi e prognosi medica apparentemente ineluttabile):autosvalutazione “non ho più alcun valore”à cancro alle ossa, paura di morire à cancro ai polmoni,tutto mi crolla addosso à patologia renale, mi sento ai margini della societàà patologia della pelle….Sempre secondo Hamer il 30% dei cancri operati, sono vecchi cancri senza pericolo. Se questo 30 % è sottoposto a sedute chemioterapiche, una parte di questi subirà un nuovo conflitto di panico e morirà, ma coloro che non avranno vissuto un nuovo trauma emotivo (malgrado l’intervento e la chemioterapia che elimina il vecchio cancro incapsulato )certamente guariranno.

· Il focolaio di Hamer, che può essere rilevato tramite una TAC, è quello che dà le coordinate esatte per la corretta individuazione nell’organismo del tumore. Risolto il conflitto, il focolaio di Hamer si rigenera, con la formazione di un edema perifocale, mentre le cellule cancerose,la cui proliferazione anarchica era dovuta ad un errore di codificazione del cervello (considerato come emittente di ordini), cessano dall’essere stimolate da codici erronei ed il cancro viene arrestato.

· La terapia consiste essenzialmente, nell’aiutare l’ammalato a risolvere il suo conflitto, che è all’origine di questo “cortocircuito” nel cervello. Una diagnosi corretta è a tal fine essenziale. I casi di conflitto fissati da Hamer sono di tre tipi : conflitti con gli altri, conflitti con sé stessi e conflitti basati su preoccupazioni per gli altri (figli,parenti,amici,animali domestici…) Secondo Hamer ad esempio Un cancro al seno sx starebbe a significare un conflitto madre-figlio piccolo, per esempio succede qualcosa al figlio e la madre se ne attribuisce la colpa, o succede qualcosa al marito invalido (figlio piccolo-virtuale) e la moglie se ne attribuisce la colpa, o conflitto coniugale caratterizzato da collera verso un marito ritenuto irresponsabile (figlio piccolo-virtuale).Un cancro al seno dx indica un conflitto madre-figlio grande. La madre soffre perché il figlio si allontana e si sposa, non le da retta come lei vorrebbe o le crea preoccupazioni.Cancro dello stomaco rappresenta episodi indigesti, “il boccone che rimane sullo stomaco”, spesso con familiari, costretti a vivere sotto lo stesso tetto o in vicinanza. Cancro al fegato, forte arrabbiatura, spesso con parenti per questioni economiche, associato a sentimenti negativi come la gelosia e l’invidia. Paura di morire per mancanza di mezzi, soldi lavoro cibo..etc….etc…

Il dr. Hamer è stato dapprima radiato dall’ordine dei medici, successivamente arrestato e condannato nel settembre del 1997, per esercizio abusivo della professione medica.E’ stato poi liberato nel maggio del 1998 grazie ad una mobilitazione di massa da tutta Europa, consistente in attestati di stima da parte di eminenti medici,testimonianze di malati da lui guariti.

Incurante delle opposizioni nazionali ed internazionali, degli attentati alla sua vita, dei 67 tentativi d’internamento psichiatrico forzato e alle campagne medianiche calunniatrici, il dr. Hamer, dal canto suo, ha continuato l’assidua ricerca e verifica delle leggi biologiche da lui scoperte, indagato su più di 30mila pazienti e verificato in ogni caso l’esatta corrispondenza e fondatezza delle sue scoperte.Infine l’11 settembre 1998, presso l’istituto oncologico S.Elisabetta si è proceduto alla verifica delle sue leggi biologiche a livello universitario trovandole perfettamente confermate. Il suo impegno assiduo, onesto e scientifico non potrà ormai più essere ridotto in cenere nonostante l’enorme impiego di forze sviluppato dai “dinosauri della scienza ufficiale” che ormai fiutano il loro decadimento!
Scomparsi loro, la medicina sarà forse di nuovo libera di basarsi su solide fondamenta scientifiche, ovunque e sempre riproducibili e verificabili su pazienti scelti a caso.
Attualmente il dott. Hamer si trova costretto all’esilio per la sola colpa di aver scoperto queste leggi biologiche della natura che sono in netto contrasto con gli enormi interessi finanziari legati alla medicina ufficiale!

http://www.nuovamedicina.com/

LA DIETA DEL DOTT. GERSON

Il metodo Gerson parte dal presupposto che il cancro è il risultato di uno squilibrio di tossine e di elettroliti nelle cellule. I pazienti vengono invitati a sottoporsi ad uno stretto regime vegetariano a base di succhi di frutta fresca e di verdure provenienti da coltivazioni biologiche. Gerson fu infatti il primo medico che individuò nei pesticidi e nei residui dei fertilizzanti chimici nel cibo una delle cause dell’intossicazione dell’organismo umano.Ai succhi si aggiunge l’applicazione di potassio,vitamine e altri minerali, di estratto di fegato di vitello e una assoluta astinenza dal sodio (sale etc..)Viene usato l’olio di castoro, sostanza dal potere purgante a giorni alterni per molte settimane. Sono applicati anche clisteri di caffè a secondo delle necessità del paziente (fino ad 1 ogni 4 ore) perché attenuano i dolori e facilitano la rimozione di ristagni tossici del fegato. La terapia viene prescritta per un periodo che va da 18 a 36 mesi a seconda dei casi. Tale terapia aumenta la tolleranza verso i chemioterapici e la radioterapia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...